Lo scorso 3 marzo il Mef ha dato il via al censimento annuale delle partecipazioni e dei rappresentanti e all’acquisizione dei provvedimenti di revisione periodica al 31/12/2019.

Come ogni anno, le amministrazioni dovranno caricare i dati all’interno dell’applicativo “Partecipazioni” del Portale Tesoro (https://portaletesoro.mef.gov.it).

In particolare, dovranno essere comunicati:

  • il provvedimento di revisione periodica delle partecipazioni societarie detenute al 31/12/2019;
  • la relazione sull’attuazione del precedente piano di razionalizzazione;

che andavano adottati entro il 31/12/2020 ai sensi dell’art. 20 del decreto legislativo 19 agosto 2016, n. 175;

  • le partecipazioni in società e in soggetti di forma non societaria, detenute al 31/12/2019;
  • i rappresentanti in organi di governo di società ed enti alla medesima data del 31/12/2019;

ai sensi di quanto previsto dall’art. 17 del D.L. n. 90/2014.

Il Mef ricorda che l’applicativo permette di assolvere contestualmente e in maniera integrata agli adempimenti informativi introdotti dal TUSP e a quelli relativi al censimento annuale delle partecipazioni pubbliche e dei rappresentanti, condotto dal Dipartimento del tesoro e condiviso con la Corte dei conti.

I provvedimenti di revisione periodica potranno essere trasmessi alla Struttura per l’indirizzo, il controllo e il monitoraggio di cui all’art. 15 del TUSP esclusivamente attraverso l’applicativo Partecipazioni, fermo restando l’obbligo di comunicazione alla competente Sezione della Corte dei conti ai sensi dell’art. 20, comma 3, dello stesso TUSP, attraverso il sistema “Con.te”.

Per entrambi gli adempimenti è previsto l’obbligo di comunicazione anche in caso di assenza di dati, prestando esplicita dichiarazione da inoltrare attraverso l’applicativo.

Per ulteriori informazioni sono disponibili sul sito del Dipartimento del tesoro:

Il sistema resterà aperto per l’invio delle comunicazioni fino al 28 maggio 2021.